I Percorsi di #OBF: Opendream – Montello – Molinetto della Croda – Colline del Prosecco

31 Mar 2021 | Blog

Oggi vi proponiamo un itinerario per bici da strada (ma anche gravel, nulla vieta!) in provincia di Treviso: sono 130 Km totali con un dislivello circa di 1200 metri.

Un percorso adatto a ciclisti mediamente allenati, con qualche punto impegnativo, ma le punte massime non superano mai il 10% di pendenza.

Quest’oggi decidiamo di partire dalla casa di Open Bike Fest: Opendream, un progetto di rigenerazione urbana nato per diventare una piazza di incontro (e di partenza) per tante attività fra cui la bicicletta, per dirigerci verso una delle più famose zone del vino del Triveneto: le colline del Prosecco.

Iniziamo a scaldare le gambe con una ventina di chilometri pianeggianti, attraversando le località Castagnole e Povegliano: fin qui, tutto tranquillo.

Prima piccola asperità della giornata: iniziamo a salire sulla dorsale del Montello da via degli Alpini.

La Via degli Alpini inizia in località Giavera del Montello, è lunga circa 2,6 km con circa 150 metri di guadagno altimetrico. Non male per scaldare la gamba!

Proseguiamo per tutta la dorsale verso Est fino a raggiungere Nervesa della Battaglia, famosa per la medaglia d’oro al merito civile guadagnata al termine della Prima Guerra Mondiale, quando fu teatro di violente battaglie fra schieramenti opposti.

Oltrepassata Nervesa della Battaglia, attraversiamo il fiume Piave, passando per Ponte della Priula e saliamo da Colfosco fino al castello di San Salvatore di Susegana.

Il Castello San Salvatore di Susegana ebbe notevole importanza nel Medioevo, considerato per molti anni un punto strategico poiché si trovava in un’ottima posizione per controllare il passaggio lungo il fiume Piave, tra i colli di Susegana ed il Montello.

A questo punto trascorsi ormai 50 km decidiamo di fare una piccola pausa e goderci il paesaggio.

Riprendiamo la strada con diversi saliscendi, che ci porteranno ben presto ad un altro famosissimo punto panoramico del trevigiano: il Molinetto della Croda.

Il Molinetto della Croda, nella valle del Lierza, rappresenta uno dei più suggestivi angoli della Marca Trevigiana.

Nei suoi quasi quattro secoli di storia ha incantato migliaia di visitatori; è un caratteristico esempio di architettura rurale del secolo XVII.

Le fondazioni della primitiva costruzione poggiano sulla nuda roccia, appunto la “croda” della montagna.

Proseguiamo per Rolle, piccola frazione di Cison di Valmarino, famosa per il suo piccolo borgo, il primo ad essere tutelato FAI (fondo ambiente italiano) e per i suoi paesaggi da cartolina: qui siamo veramente circondati a 360° dalle vigne del Prosecco.

Nel rientrare ad Opendream ci orientiamo verso Sud, attraversando il fiume Piave e passando per il ponte di Vidor che mette in comunicazione i comuni di Vidor e di Covolo.

Giunti a Ciano avanziamo di qualche chilometro per poi risalire il Montello dalla famosa “presa” VIII. che ricordiamo come unico “strappo” di giornata nella tappa Ferrara- Nervesa della Battaglia del Giro d’Italia 2018; tappa vinta in volata da Elia Viviani.

Proseguiamo ancora su un accenno di dorsale e poi giù verso Volpago del Montello; da qui in poi il percorso si fa nuovamente pianeggiante e mancano ormai solo 20 km prima di fare ritorno  ad Opendream; ottimi per sciogliere le gambe in vista del prossimo itinerario!

Vuoi pedalare senza perderti? Segui la traccia su Komoot!

Ciao sono Bruno, vivo a Bassano del Grappa in provincia di Vicenza. A 26 anni, con un ernia lombo-sacrale dovuta a uno stile di vita piuttosto sedentario, ho deciso di prendere una delle biciclette parcheggiate a casa e di provare a salire in cima al Monte Grappa.

Da quel primo momento sui pedali sono passati centinaia di migliaia di chilometri ma soprattutto decine di Paesi attraversati pedalando con l’unico obiettivo di scoprire e cimentarmi in nuove avventure.

Italia, Malta, Scozia, Inghilterra, Galles, Slovenia, Croazia, Austria, Repubblica Ceca, Germania, Belgio, Francia e grandi manifestazioni come Transcontinental Race, North Cape 4000, Transibérica Ultracycling hanno fatto di me un ciclista che vive ogni esperienza senza risparmiarsi e cercando di pedalare in totale sintonia con ciò che mi circonda.

Segui le avventure di Bruno 👇

https://www.instagram.com/bruno.gpx/

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter!

Per restare sempre aggiornato su tutte le novità dell’evento e non solo.

Clicca qui 👇 per iscriverti alla newsletter.

Open Bike Fest

News

Open Bike Fest è già realtà: a Treviso una finestra sul futuro

Open Bike Fest è già realtà: a Treviso una finestra sul futuro

Con una virtual presentation in streaming, sono stati svelati piani e programmi della prima edizione del nuovo evento sulla bicicletta in programma a Treviso (11-13 giugno). Ad Opendream, bike test, esperienze, convegni, iniziative collaterali: ecco l’evento che non c’era, e che adesso c’è

leggi tutto